Trovare il compromesso

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google
Condividi su whatsapp

Non ci penso più, ormai lo faccio in modo spontaneo. Non mi ci sono abituata, non credo ci si possa abituare. È come se un ospite indesiderato ti bussasse alla porta e nonostante tu non voglia aprire sei costretto a farlo. Non ne sarai di certo contento. Ci convivo serenamente però. Io e l’atassia abbiamo cominciato ad ascoltarci, imparare una dall’altra, e rifare tutto da capo tante e tante volte, prima con l’appoggio di una persona, poi con il deambulatore e poi con la sedia. Sembra sciocco ma anche la semplice azione di aprire una porta da seduto comporta che prima calcoli la distanza giusta a cui fermarti e bloccare la sedia, poi devi fare più pressione mentre spingi la maniglia perchè dal basso avrai una leva minore, e infine dare una bella spinta alla porta in modo che si apra del tutto ma stando attento a non sbilanciarti troppo col tronco. Le cose sono tante, in continuo cambiamento, quindi non ci si annoia mai!
Io e la mia patologia abbiamo due personalità opposte, io mi definisco una persona aggraziata, femminile e posata, mentre la malattia impedisce al mio corpo di svolgere le funzioni che il mio cervello ordina, facendomi risultare sgraziata. Col tempo siamo riuscite a trovare un giusto compromesso.
Indossare questo abito è stata una di quella occasione che mi ha permesso di far riemergere la mia personalità. E’ stato disegnato da Daniela, anche lei affetta da una forma di atassia, e realizzato dalla sorella Monica. E’ incantevole, principesco e leggiadro, di un prezioso colore avorio, con una fascia di perline rosate in vita e sulle spalline.
Ho indossato questo abito perché vogliamo promuovere un’intera collezione di abiti da sposa Daila. Cerchiamo sponsor per finanziare questo progetto, il cui ricavato sarà devoluto all’AISA MARCHE, associazione che si occupa di trovare una cura per le sindromi atassiche.

[wpvideo K5Bvk11e]

FB_IMG_1529831563219.jpg

0

Un commento su “Trovare il compromesso”

  1. ciao Giorgia,
    io penso che il tuo compromesso con l’atassia, ti portera’ ad appianare le differenze e ti concedera’sempre piu’ la tua identita’ come ragazza volitiva, aggraziata e femminile cosi’ come appari dalle bellissime foto di modella!!!👍

    0

Lascia un commento