Chi prende in giro si guarda allo specchio

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su google
Condividi su whatsapp

Stasera voglio raccontarvi la storia di una ragazzina che fin da piccola ha dovuto prendere delle decisioni molto importanti. A 12 anni, causa una malattia che stava peggiorando, doveva scegliere se iniziare ad usare la sedia a rotelle oppure continuare la sua vita in piedi per quel poco che le restava, non potendo più fare lunghi tratti e avendo sempre necessità di una persona che la tenesse a braccetto. Le conseguenze alle due possibilità erano: alla prima venire presa in giro ancor di più ma allo stesso tempo poter andare dove voleva in autonomia, mentre alla seconda continuava ad essere derisa per il modo in cui camminava e non riusciva a fare quello che voleva. Obbiettivamente l’opzione migliore era la prima, che forniva si una soluzione negativa, ma anche una decisamente positiva. Iniziò la sua vita in carrozzina che le permetteva di fare cose da tempo impossibili, andare dove voleva e autonomamente. Come preventivato però questo portava a venire dileggiata: ogni volta che usciva quella ragazzina si ritrovava con gli occhi delle persone addosso, la indicavano e poi sparlavano fra loro. All’inizio non fù per niente facile, ma dopo poco tempo riuscì a trovare una risposta “le persone non giudicano me perché non gli piaccio, ma perché è un riflesso di loro stessi”.
Allargando un po’ l’orizzonte, infatti, capì che non era solo lei ad essere presa in giro, ma le persone vengono prese in giro anche per essere troppo grasse, per non essere abbastanza alte, per non essere alla moda, per non avere abbastanza soldi, per essere gay, per non aver mai fatto un viaggio in un altro continente o per non aver preso una specializzazione dopo la laurea. Chi prende in giro non fa altro che mettersi uno specchio di fronte. Non vieni presa in giro perché sei in una carrozzina, perchè hai una malattia o sei sbagliato, ma perché le altre persone non stanno bene con loro stesse. Freghiamocene di quello che pensano gli altri; impariamo ad essere noi stessi i protagonisti e prendere le scelte che ci ritornano più utili in modo consapevole, non viviamo di conseguenza gli altri e soprattutto a persone che non sanno quello che dicono. Andiamo oltre i limiti e viviamo la nostra vita al massimo.IMG_20180411_170133_068

1+

Lascia un commento